BLOG NEWS
1 agosto 2018

PARTIRA’ DA MILANO IL RALLY MONTE-CARLO HISTORIQUE 2019

Il 22° Rallye Monte-Carlo Historique, prova iscritta a calendario internazionale FIA 2019, si svolgerà dal 30 Gennaio al 6 Febbraio 2019 e festeggerà il 50° anniversario della vittoria dell’equipaggio n°37 Waldegaard-Helmer su Porsche 911S al Rallye Monte-Carlo 1969, a loro dedicata la locandina ufficiale.

Grande novità di questa edizione sono le due città di partenza: Milano ed Atene. Milano vedrà in coda alla partenza il transito delle auto provenienti da Atene.

Saranno in molti a gioire leggendo questa notizia, gli appassionati italiani potranno godere della prima fase del rally più famoso al mondo divenuto l’icona del rallysmo internazionale, il più antico e leggendario, basta dire Col de Turinì ed anche un neofita sa di cosa stiamo parlando. Non servirà quindi macinare chilometri e chilometri per vivere quel pezzo di storia che ogni anno si ripete lungo le strade sulle alpi francesi, in condizioni meteo molto variabili e spesso avverse, dalla neve e ghiaccio sui mitici colli fino alla tiepida brezza della costa azzurra, in quella piccola parte di mondo dove il jet set sfoggia le proprie ricchezze, in quel ‘paradiso economico’ che per noi appassionati è solo il luogo dove è nato e rivive il mito dei rally.

Un’occasione importante, quindi, per godere dello spettacolo di quelle auto degli anni passati, rumorose, colorate e con quel particolare ‘profumo’, da annotare sul calendario, un’appuntamento da non perdere fissato per il pomeriggio di venerdì 1 Febbraio per le fasi di verifica e partenza da Corso Venezia dalle ore 20.00.

Le altre città di partenza saranno Glasgow, Bad Hombourg, Barcelone, Monte-Carlo et Reims.

Come sempre, il Rallye Historique è riservato a quelle vetture che hanno partecipato al Rallye Automobile Monte-Carlo tra il 1955 e il 1980. Con l’obiettivo di far sì che ogni concorrente abbia una possibilità di classificarsi onorevolmente ci saranno anche nel 2019 le tre medie da rispettare e tenere sotto controllo durante l’intero evento: bassa, intermedia, alta.

L’inizio di questa 22 ° edizione sarà Mercoledì 30 gennaio con la partenza dei primi percorsi di concentrazione da Atene (1294 km / 12h40) e Glasgow (1951 km / 18h00). Seguirà il 1° febbraio quelli di Bad Homburg (967 km / 14h00), Barcellona (730 km / 19h00), Reims (742 km / 19h00), Milano (637 km / 20h00)  e Monte Carlo (531 km / 20h00). Destinazione comune Buis-les Baronnies nel cuore della Drôme provenzale. Un punto di incontro che i primi concorrenti raggiungeranno Sabato 2 febbraio a partire dalle ore 10.00.

Una fase di concentrazione che, tuttavia, sarà tutt’altro che finita per gli equipaggi che dovranno competere nelle prime due zone di regolarità ben note agli specialisti:  “Montauban-sur-l’Ouvèze – Saint-André-de-Rosans / ZR 1 / 49 km / 10h30” e “La Motte-Chalancon – Saint-Nazaire-le-Désert / ZR 2/22 m / 12h10”.

Per chiudere questo capitolo della tappa di concentrazione, l’ultimo controllo orario della giornata è in programma a Crest alle 14h15 prima di entrare nella città drômoise, Valencia, dove i primi concorrenti sono attesi sul Champ de Mars dalle 15h10.

Direzione nel territorio dell’ Ardèche Domenica 3 febbraio alle 06h30 per la tappa di classificazione, con il programma del mattino, “La Croze – Antraigues-sur-Volane / ZR 3/ 57 km / 07h50” con la tradizionale sosta di fronte al famoso ‘La Remise’ della famiglia Jouanny.

Seguirà un’altro crono leggendario, “Burzet – Lachamp-Raphaël / ZR 4/49 km / 09h55” in una nuova versione via Saint-Martial. La pausa di metà gionata è prevista dalle 12h40 nella Piazza del Mercato a Saint-Agrève, dove una degustazione di prodotti regionali attenderà l’intera carovana per una pausa conviviale prima di affrontare l’anello “Saint-Bonnet-le-Froid / ZR 5/25 km / 13h10” e “Saint-Pierre-sur-Doux – Col du Buisson / ZR 6 / 22,60 km / 13h50”. Il ritorno a Valence dalle 16h40 sarà nuovamente preceduto dalla tradizionale e popolare sosta festosa a Quai Farconnet sul molo a Tournon-sur-Rhône dalle 15h50.

Direzione massiccio del Vercors e del Diois lunedì 4 febbraio alle 06h30 per la 1a parte della tappa comune. Giornata assai dura che affronterà subito il selettivo “Col Gaudissart – La Cime du Mas / ZR 7 / 18.10 km / 08h10” attraverso il Col de L’Echarasson (1146 m), con le insidie che si potranno rivelare se ci sarà il fondo innevato, “Col de l’Arzelier – Saint-Michel-les-Portes / RZ 8 / 29,40 km / 09h50 “, poi ” Chichilianne – Les Nonières / RZ 9 / 21.90 km / 13h15 ” passando per il Col de Menée (1457 m) e infine” Mémorial de Vassieux-en-Vercors – Bouvante le Bas / RZ 10 / 24.70 km / 13h20 “.

L’ultima tappa del giorno prima del ritorno a Valence prevista dalle 15h30 sarà a Place du Champ de Mars a Saint-Jean-en-Royans con un controllo orario a partire dalle 14h20.

Martedì 5 febbraio, la partenza è prevista per le 05h30. Questa seconda parte della tappa comune inizierà con la “Saint-Nazaire-le-Désert – Gumiane / RZ 11 / 27.00 km / 07h00”, con non meno di 7 colli da valicare.

I concorrenti ancora in gara continueranno sulla “Verclause – Laborel / RZ 12 / 27.00 km / 08h30” e il circuito “Entrevaux – Entrevaux / RZ 13 / 15.90 km / 12h15” attraverso il col de Félines.

L’ultimo controllo prima di entrare nel Parc Fermé a Monaco 14h50 sarà a Place Neuve a La Turbie, a partire dalle 14h20.

La partenza della tappa finale, pianificata per la notte tra martedì 5 e mercoledì 6 febbraio, si svolgerà a Monaco a partire dalle 20h30.

Nel menu di questa ultima serata le mitiche “Col de Braus – La-Bollène-Vésubie / RZ 14 / 35.40 km / 21h45” e “Lantosque – Lucéram / RZ 15 / 20.60 km / 23h05”.

Arrivo col vincitore al porto Hercule de Monaco intorno all’ 01h00.

Infine, secondo la tradizione, il gala e la premiazione si terranno la sera di mercoledì 6 febbraio nel Salle des Etoiles al Monte-Carlo Sporting Club (abbigliamento da sera o scuro obbligatorio).

Tutte le novità sul sito ufficiale:

http://acm.mc/en/edition/rallye-monte-carlo-historique-edition-2019/

Rombi d’epoca 01.11.2018



Booking.com

About this author