23 Aprile 2021

12° GRAND PRIX MONACO HISTORIQUE

Data / Ora
23/04/2021 - 25/04/2021
Tutto il giorno

Luogo
MONTE-CARLO


www.acm.mc

Il rosso è acceso …
Dall’edizione 2018, consapevole della propria responsabilità di accrescere il valore di un importante patrimonio del patrimonio automobilistico internazionale, il Comitato Organizzatore e la Commissione Auto d’Epoca dell’Automobile Club de Monaco (ACM) hanno deciso di modificare l’essenza del loro incontro mettendo la Formula 1 in cima alla lista. Per questo, nel 2021, nell’autentico e magico allestimento della pista del Principato, il 12 ° Gran Premio di Monaco Historique resterà fedele a questo impegno celebrando, tra l’altro, la prima vittoria della Ferrari nel Campionato del Mondo di Formula 1 …

L’edizione 2020, in linea con questo obiettivo, aveva lo scopo di celebrare il 70 ° anniversario della creazione del Campionato del Mondo di Formula 1. Tuttavia, la pandemia Covid-19 ha costretto ACM ad annullare l’evento. Ma non ha decimato l’attuale campo di fantastiche auto d’epoca di F1 e il 2021 consentirà agli amatori della categoria che rappresenta l’apice del motorsport di correre per davvero.

Nonostante tutti gli attuali protocolli sanitari, 170 concorrenti sono entrati all’evento! E ogni serie avrà tutto in stock per accontentare i fan appassionati e intenditori! Ci sarà una lotta tra “voiturettes” nel calore della Serie A, 4 iconici modelli Maserati 250F che affrontano una grande varietà di monoposto con motori anteriori (Serie B), la ricchezza della Serie C (Auto sportive) e Serie D (F1 degli anni ’60). Un terzo della Serie E sarà costituito da vetture alimentate da motori a 12 cilindri (Ferrari, Matra e BRM), oltre alla Serie F con tre ex piloti del Gran Premio e un vincitore multiplo della 24 Ore di Le Mans. Ultimo ma non meno importante, la Serie G ospiterà F1 più recenti di una grande varietà di colori …

La diversità e la ricchezza dei campi consentiranno di celebrare la grandezza del marchio Ferrari, e in particolare la sua primissima vittoria nel Campionato del Mondo di Formula 1, ad opera dell’argentino Froilan Gonzales nel 1951 sulla pista di Silverstone.

Sei modelli che appartengono alla leggenda del motorsport saranno visibili e attivi sulla mitica pista di Monaco:

L’Alfa P3 (N ° 20 in Serie A) ci ricorderà che, poiché Enzo Ferrari iniziò a costruire auto con il suo nome solo nel 1947. Prima di allora, la Scuderia Ferrari entrò in fabbrica Alfa Romeo tra il 1933 e il 1937, culminando nel vittoria della P3 a Monaco, nel 1934, nelle mani del francese Guy Moll.
Il Dino 246 (N ° 20 della Serie B) ci permetterà di ricordare i tempi in cui le monoposto del marchio italiano erano alimentate da motori anteriori. La vettura iscritta quest’anno è l’ultima F1 con motore anteriore ad aver vinto un Gran Premio, con Phil Hill al volante a Monza, nel GP d’Italia 1960.
Nella Serie C, la 250 Mille Miglia del 1953 è una testimonianza dell’unico anno (1952) in cui le F1 furono sostituite, a Monaco, dalle Sportscars.
Portando il n ° 4 della serie D, il 1512 ci permetterà di ricordare i titoli mondiali conquistati da Phil Hill nel 1961 e da John Surtees nel 1964.
Quattro (sì, 4!) Tipo 312 iscritte alla Serie E (N ° 3/4/6/8) evocheranno le prime F1 equipaggiate con un motore da 3 litri.
Entrambe le 312 B3 iscritte alla Serie F saranno guidate da Jean Alesi e René Arnoux (ex piloti ufficiali e vincitori dei GP di F1 per la Scuderia), così possiamo celebrare il Rinascimento dell’azienda di Maranello negli anni ’70, ricominciando a vincere nel 1974 con Niki Lauda al volante.
Per questa selezione di vetture straordinarie, così come per il resto del campo, i principali fattori che hanno presieduto alla scelta delle vetture accettate da ACM sono l’assoluta rarità e il senso dell’eccezionalità. Gli spettatori potranno quindi assistere a 7 gare che coinvolgono 170 vetture leggendarie, tutte in perfetto ed unico stato di conservazione.

Per due giorni e mezzo, i concorrenti condivideranno la loro passione per le competizioni ai massimi livelli del motorsport, in gare vere, circondati dal suono e dall’odore che caratterizzano le loro auto, confrontandosi con i loro rivali in quel momento. La pista, situata nel cuore del Principato di Monaco, è ancora all’80% la stessa del 1929. Ancora oggi è utilizzata per il Campionato del Mondo di Formula 1 …

About this author